Elvis Malaj, il mare è rotondo

Già selezionato al premio Strega per il suo libro di racconti, Dal tuo terrazzo si vede casa mia, Elvis Malaj torna alla narrativa con Il mare è rotondo (Rizzoli), la storia di Ujkan, che ha venticinque anni e da quando ne aveva undici vuole andare dall’Albania in Italia, anche se la volta in cui ci arriva davvero chiede allo scafista di riportarlo indietro. Le giornate del protagonista si trascinano tra gli incontri con gli amici e l’inseguimento di Irena, che sembra non volerne sapere di lui. Un traffico di ferro avviato con lo scrittore Sulejman gli attira contro le ire degli tzigani; la madre lo soffoca di coccole; la sorella più piccola minaccia di darsi alla prostituzione se lui non l’accompagna a una festa…